CERFE.ORG - Associazione di ricerca e formazione
Cerfe - Associazione di ricerca e formazione in Roma


www.cerfe.org

Titolo : Comunicazione scientifica e informazione

 
Specificità e temi

Il CERFE è coinvolto in numerose attività volte a conoscere e a far conoscere i risultati delle proprie ricerche e progetti di formazione. Tali attività servono a promuovere la comunicazione scientifica (che è comunque una comunicazione a due vie) e l’informazione sui temi al centro delle attività del CERFE e del programma di ricerca al quale partecipa.

Bisogna sottolineare che il CERFE considera queste attività di comunicazione e informazione costitutive della stessa scientificità della ricerca.
La comunicazione scientifica del CERFE, infatti, ha diverse componenti:
  • intraepistemica, intesa come rapporti e scambi dei ricercatori del CERFE con la comunità scientifica dei sociologi;
  • trans–epistemica, vale a dire gli scambi con la comunità scientifica in generale, cioé ricercatori di discipline affini (economia, antropologia, ecc.) o di altre discipline scientifiche;
  • sociale, cioè gli scambi con le parti sociali, con le organizzazioni della società civile e con i molti attori a vario titolo interessati ai diversi settori toccati dal CERFE con le sue attività ricerca e formazione;
  • politica, vale a dire gli scambi con istituzioni politiche, amministrazioni pubbliche, organizzazioni e movimenti in grado di incidere sulle politiche pubbliche all’interno delle quali si inseriscono le attività del CERFE;
  • di rete, cioè la comunicazione con attori quali i manager della ricerca, il personale tecnico e amministrativo, i consulenti che operano a sostegno delle istituzioni di ricerca, ma anche i soggetti che entrano nei meccanismi di valutazione della ricerca o gli esperti che svolgono attività di analisi e di interpretazione dei processi di ricerca scientifica e tecnologica;
  • generale, o divulgazione, vale a dire la comunicazione con la pubblica opinione.

La comunicazione scientifica è, quindi, un’attività complessa che implica lo scambio con pubblici e uditori diversi.

Il CERFE svolge le proprie attività di comunicazione scientifica, sia nell’ambito di progetti, sia nel contesto delle attività culturali che realizza in risposta alle proprie finalità di ente non–profit.

È questa la ragione che determina l’ampia diversificazione degli strumenti utilizzati:
  • riviste; il CERFE, subito dopo la sua fondazione e fino all’anno 1984 ha edito la rivista “Laboratorio di scienze dell’uomo”; a partire dal 1989 fino al 1996 ha curato la redazione della rivista “Democrazia diretta” e, infine, dal 1997 al 1999, la rivista “Omega”. Il CERFE, ultimamente, ha promosso anche riviste elettroniche: dal 2001 al 2003, infatti, ha pubblicato, in 3 lingue, 4 numeri della rivista elettronica "African Societies”; le riviste hanno sempre rappresentato uno dei principali strumenti di confronto con la comunità scientifica;
  • convegni, seminari, workshop; il CERFE, nel corso dei propri progetti, organizza iniziative volte alla presentazione e alla discussione diretta con membri della comunità scientifica di tematiche e risultati al centro delle proprie attività di ricerca e di formazione; insieme alle riviste, l’organizzazione di queste attività costituisce uno dei modi attraverso cui i ricercatori del CERFE si confrontano con i colleghi sociologi e con esperti e studiosi di altre discipline scientifiche;
  • saggi, articoli e papers; il confronto con la comunità scientifica e con altri attori rilevanti nel processo di ricerca (vedi sopra) avviene anche attraverso la produzione di materiali scritti da parte dei ricercatori del CERFE su richiesta di altri enti e istituzioni;
  • Internet, conferenze elettroniche; negli ultimi anni il CERFE è stato attivamente presente su internet attraverso le conferenze elettroniche. È questo un tipo di attività che viene spesso contemplata nell’ambito di specifici progetti, ma che il CERFE realizza anche nell’ambito delle proprie attività di ricerca scientifica e culturale auto–finanziata (è il caso, ad esempio, dell’approfondimento sul tema della transizione epidemiologica in ambito urbano);
  • Libri; i ricercatori del CERFE, negli anni, hanno scritto libri su tematiche connesse alle ricerche svolte;
  • Newsletter; nel corso delle proprie attività il CERFE spesso pubblica newsletters (negli ultimi anni hanno sempre anche una veste elettronica) con le quali si informano tutti gli interlocutori (i diversi pubblici della comunicazione, v. sopra) delle attività che via via vengono svolte;
  • Stampa, radio e TV; molte delle attività del CERFE hanno spesso una risonanza sui mass–media; le iniziative pubbliche del CERFE, infatti, vengono spesso riportate sugli organi di stampa nazionali e locali; è opportuno ricordare che questo avviene sia in Italia che nei paesi dove il CERFE svolge le proprie attività.

Alcuni temi

La comunicazione scientifica, per le ragioni appena esposte, spesso non si limita allo scambio sui risultati ottenuti dal CERFE nell’ambito delle attività di ricerca e di formazione, ma comporta anche l’intervento su tematiche di portata culturale generale che assumono una rilevanza nel programma di ricerca che esso, insieme ad altri enti, promuove.

Il CERFE, fin dalla sua fondazione ha svolto attività di questo tipo e sarebbe difficile, quindi, elencare tutti i temi trattati. Negli ultimi anni, gli argomenti proposti con maggior frequenza all’attenzione dei diversi pubblici sono stati quelli della cooperazione internazionale allo sviluppo, delle migrazioni e del brain drain, quello dell’esclusione sociale e della povertà, quello della città e dello sviluppo urbano, quello dell’impresa di piccole dimensioni e della corporate social responsibility, quello del capitale sociale, quello della ricerca scientifica e tecnologica. (…)
 

Stampato il Domenica 16 Dicembre 2018 alle ore 23:18:05
CMS V 3.0.1 - Design by: Shade & Light Multimedia (www.shadine.it)