CERFE.ORG - Associazione di ricerca e formazione
Cerfe - Associazione di ricerca e formazione in Roma


www.cerfe.org

Titolo : Assistenza Tecnica

 
Specificità e temi

A partire dai primi anni '90 il CERFE si è misurato anche con la gestione di Programmi complessi, con particolare riferimento a quelli di sviluppo urbano e/o volti alla valorizzazione e al rafforzamento delle risorse umane qualificate. In questo quadro, il CERFE ha garantito l’Assistenza Tecnica di alcuni interventi in differenti aree geografiche del pianeta (America Centrale e Latina, Africa Occidentale e Orientale ed Europa). Non si è limitato però alla sola gestione e implementazione delle attività previste (la quale è stata comunque garantita assieme a tutti gli standard di qualità), ma cercando anche di apportare, sempre, un contributo in termini di nuova conoscenza circa i fenomeni e i processi rispetto ai quali si è operato. Si può parlare, in proposito, di euristica dell’azione.

Tutti i programmi di sviluppo nelle loro diverse articolazioni, infatti, tendono a incidere radicalmente, nel momento in cui vi intervengono, sulla realtà sociale, economica e culturale, mutandola e influenzando, spesso, il destino di numerosi individui o di intere popolazioni locali.

La necessità di conoscere, nel suo evolversi, la realtà nella quale si interviene, osservando anche l’effetto delle azioni condotte e il ruolo giocato da tutti gli attori coinvolti (dagli attori istituzionali e finanziatori ai beneficiari ultimi), ha assunto, quindi, una funzione vitale nel quadro della progettazione e dell’implementazione delle assistenze tecniche condotte dal CERFE.

L’impostazione delle assistenze tecniche secondo questo approccio favorisce, inoltre, la possibilità, sia di monitorizzare, in modo permanente, l’andamento delle attività, apportando aggiustamenti, correttivi e miglioramenti progettuali, anche in corso d’opera, sia di raccogliere e formalizzare indicazioni e raccomandazioni utili alla progettazione e alla realizzazione di programmi analoghi a quelli realizzati.

In funzione di quanto detto, il CERFE, negli ultimi anni, ha messo a punto e sperimentato un approccio metodologico che si basa sull’articolazione della realtà di intervento in otto sistemi di osservazione (applicabili in parte o nella totalità, alle differenti situazioni) attraverso i quali è possibile raccogliere, in modo analitico, informazioni ed elementi di conoscenza, non solo relative alle azioni dei programmi, ma anche a tutti gli attori coinvolti ai diversi livelli, alle azioni da loro realizzate e ai principali risultati ottenuti.

I “sistemi di osservazione della realtà” sono relativi a:
  • Sistema di osservazione n. 1 – gli attori istituzionali coinvolti nella gestione del programma (ente finanziatore, ente esecutore, soggetti di controllo, ecc.) e la loro capacità di incidere, positivamente e negativamente, sull’effettiva riuscita di questo;
  • Sistema di osservazione n. 2 – i soggetti esecutori terzi delle azioni previste (soggetti che operano su commissione per la realizzazione in loco di specifiche parti del programma) e le dinamiche interne in fase di esecuzione del programma;
  • Sistema di osservazione n. 3 – le relazioni interne al progetto e, quindi, i rapporti tra gli attori e le strutture messe in campo dall’ente esecutore (direzione del programma, personale espatriato, personale locale, dirigenza dell’ente, responsabili di specifiche componenti del programma, amministrazione, ecc.);
  • Sistema di osservazione n. 4 – il sistema degli attori/beneficiari (beneficiari diretti) delle attività del programma operanti nelle aree oggetto di intervento, la loro forza e le dinamiche che essi sono in grado di attivare;
  • Sistema di osservazione n. 5 – le azioni realizzate da questi attori, attraverso l’appoggio del Programma e la possibilità di contribuire allo sviluppo sociale ed economico al livello locale;
  • Sistema di osservazione n. 6 – le comunità residenti nelle aree dove si interviene e gli effetti che il programma produce in termini di mutamenti e di miglioramenti nella qualità della vita;
  • Sistema di osservazione n. 7 – la comunicazione pubblica attivata dal programma attraverso tutti i suoi strumenti e la capacità di creare, attraverso questa, un ambiente favorevole e un consenso diffuso verso il programma;
  • Sistema di osservazione n. 8 – le attività e le iniziative del programma di carattere generale, non finalizzate direttamente alle aree di intervento.

Per la realizzazione di questo tipo di programmi il CERFE utilizza una doppia struttura di gestione composta da una équipe di assistenza tecnica che opera in loco, e da una équipe di backstopping. Quest’ultima, che lavora a distanza e attraverso missioni specifiche, si occupa, tra l’altro, di garantire l’assistenza per aspetti quali: i rapporti isituzionali; le attività di progettazione, di monitoraggio e di valutazione; l’implementazione di specifiche attività; il reporting e il follow up del programma.

Alcuni progetti

 

Stampato il Domenica 16 Dicembre 2018 alle ore 23:21:58
CMS V 3.0.1 - Design by: Shade & Light Multimedia (www.shadine.it)